NaturalMente Verde
Giardinaggio

Vasi fai da te per piante grasse

Vasi fai da te per piante grasse

Con un po’ di creatività si possono ideare dei bellissimi Vasi fai da te per piante grasse.

Le piante grasse sono un elemento di design praticamente imprescindibile, specie di questi tempi in cui il Jungle e il Tropical style sono di gran moda.
Come si creano vasi fai da te per piante grasse per decorare la casa, originali e allegri? Le idee non mancano: dai vasi fatti con vecchie lanterne ai vasi per piante grasse con vasetti di vetro e sabbia, ecco che cosa possiamo creare con le nostre mani.

Vasi fai da te per piante grasse: i vasetti di vetro decorati

L’idea più pratica e originale per mettere in vaso le piante grasse è quella di usare il vasetto di vetro da riciclare come quello della marmellata, dei sottaceti o della frutta sciroppata. Basta pulirlo ben bene lavandolo con acqua e sapone e riempirlo di terriccio. Una volta terminato questo lavoro di riciclo, il vasetto è già pronto per arredare la casa.
Naturalmente, potete anche scegliere di dipingere il vaso ottenuto con colori per il vetro o tempere a gesso che vi daranno un effetto shabby o un tocco di colore in casa. Rifinite il bordo del vostro vasetto con dello spago grezzo incollandolo con la colla a caldo, ed ecco la nuova dimora della vostra piantina.

Vasi fai da te per piante grasse: con le tazze di porcellana della nonna

Questa idea, tra quelle per fare i vasi fai da te per le piante grasse, è certamente la più chic e vintage. Per realizzarla vi occorrono “soltanto” delle vecchie tazze da riciclo (vanno bene anche scheggiate o un po’ rotte). Non le avete? No problem: a parte trovarle ai mercatini dell’usato, potete anche optare per una mug cup moderna e otterrete un vaso per piante grasse dallo stile urban e industrial da usare in cucina.

Vasi fai da te per piante grasse: con il contenitore di latta

Sarebbe bello fare un salto indietro nel tempo e ritrovarsi in un negozio degli anni ’50. Scopriresti che la latta era usata per i packaging quasi quanto il cartone lo è oggi. Le confezioni erano curate con illustrazioni e rilievi e, soprattutto, erano riutilizzabili. Questi preziosi amarcord sono custoditi nei negozi di antiquariato, nei mercatini vintage e nelle cantine delle nonne.
Anche se la prima cosa che viene in mente è un barattolo di fagioli, oggi la latta è usata anche per conservare biscotti, caffè, tabacco, prodotti per la verniciatura e tanto altro!

Procedimento:

Procurati una latta e fora la base con un oggetto appuntito (usa un cacciavite oppure il trapano se vuoi fare un unico grande buco centrale, o chiodi e martello per farne tanti sparsi sulla superficie della base). In questo modo l’acqua non si depositerà sul fondo, rischiando di intaccare la salute delle radici. Cospargi il fondo di argilla espansa, il terriccio ed infine la tua piantina. E’ necessario un sottovaso.
Se non ti piacciono le latte retrò puoi sempre dipingere con una vernice spray un barattolo di latta nuovo (precedentemente privato della sua etichetta). In alternativa puoi rivestirlo con il nastro adesivo colorato e decorato.

Leggi anche:
Fertilizzanti naturali fai da te
Piante che danno energia positiva e portano fortuna
Fiori e piante – i rimedi della nonna

Articoli Simili :

Pediluvio sgonfiante ricetta fai da te

admin

Olio abbronzante ricette fai da te

admin

Sgrassatore universale fai da te

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.