Selenio e zinco per attivare il sistema immunitario

di admin Posted on 170 visualizzazioni 0 commenti
Selenio e zinco per attivare il sistema immunitario

Selenio e zinco sono oligoelementi fondamentali per la salute delle cellule in quanto svolgono una potente azione antiossidante, antinfiammatoria, antiobesità e antinvecchiamento.

In particolar modo il selenio e zinco agiscono come protettori delle cellule dai danni ossidativi e contribuiscono al buon funzionamento del sistema immunitario.
Il selenio e considerato un vero e proprio disintossicante. Influisce positivamente sull’attività delle cellule del sistema immunitario, in quanto è un antiossidante e favorisce l’azzione degli enzimi antiossidanti (proteine che eliminano i radicali tossici dall’organismo).

Una carenza di selenio può portare a varie malattie, come quelle a carico delle articolazioni, agli organi interni, all’aparato gastrointestinale, ai nervi e al cervello. Il fabisogno giornaliero è di 20-100 microgrammi. Oltre ad assumere compresse si possono consumare alimenti ricchi di selenio come ad esempio rognone, fegato, noci, senape, stoccafisso.

Lo zinco ha molte diverse funzioni nell’organismo; ad esempio sostiene importanti enzimi e proteine che regolano l’attività dei geni. Inoltre svolge un ruolo chiave nel metabolismo di zuccheri, grassi e proteine e partecipa alla costruzione dei materiali genetici e alla crescita cellulare.

IL fabbisogno giornaliero è di 12-15 microgrammi. Alimenti ricchi di zinco: ostriche, lievito di birra, germi di grano, fegato di vitello, fagioli.

Il selenio, infatti, aiuta l’organismo ad assimilare lo iodio, necessario per far lavorare questa ghiandola e, quindi, il metabolismo. Abbinato allo zinco, è ancora più efficace.

SUGGERIMENTI PER ACQUISTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *