Sauté di mare ricetta per gli amanti dei frutti di mare

di admin Posted on 178 visualizzazioni 0 commenti
Sauté di mare

Sauté di mare con i datterini gialli

Questo è il periodo in cui si trovano le cozze più gustose, canestrelli, cannolicchi, vongole, fasolari e i datterini gialli  insomma per preparare una ricetta di sauté di mare spettacolare per gli amanti dei frutti di mare

INGREDIENTI PER 4 persone:

  • cozze 500 g
  • vongole 500 g
  • fasolari 500 g
  • 4 canestrelli
  • 400 g cannolicchi
  • 500 g datterini gialli (pelati)
  • 1 cipollotto fresco
  • prezzemolo
  • menta
  • coriandolo
  • olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • pane casereccio

Preparazione :

Lavate molto bene i frutti di mare sotto l’acqua correntefate atenzione che non contengano sabbia. Lasciateli sgocciolare e trasferiteli (tranne i canestrelli) in una padella dai bordi alti unta d’olio, fateli saltare a fuoco vivace finché le valve non si aprono, tenendo da parte il sughetto di cottura che dovrete filtrarlo.

Passateli quindi in una casseruola con olio, uno spicchio d’aglio che poi potete eventualmente togliere, un cipollotto tagliato a rondelle, i pomodorini tagliati a fettine.

Versate il sughetto, più un bicchiere raso d’acqua da arrivere quasi a coprire i frutti di mare.

Portate a bollore. Inserite i canestrelli e cuocete per altri 5/6 minuti aggiungendo poi coriandolo e menta. Aggiustate di sale (se il gusto è troppo saltao, versate un po’ d’acqua in più). Ancora 2 minuti sul fuoco, poi versate un goccio d’olio a crudo e servite.

Potete accompagnare il sauté di mare con dei  crostini di pane casereccio per completano il piatto. Scaldate il forno a 200°, tagliate il pane (anche quello del giorno prima) a dadini o a fette conditelo con un filo d’olio, un pizzico di pepe, origano e rosmarino, quindi ponetelo in cottura su una teglia ricoperta da cartaforno.

Rigirate i crostini o le fette di pane (3/4 minuti per lato) finché saranno ben abbrustoliti.

Mangiateli ancora tiepidi tuffati nel sauté.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *