NaturalMente Verde
Sapevate Che..?

San Valentino la festa degli innamorati

San Valentino la festa degli innamorati

Festa di San Valentino origine e significato.

Ogni anno il 14 febbraio in tutto il mondo si scambiano parole d’amore, fiori e regali, il tutto nel nome di San Valentino. Ma chi è questo santo misterioso e da dove vengono queste tradizioni? Come ha fatto San Valentino ad essere associato all’amore e al romanticismo? Scopriamo insieme la storia di questa festa, dagli antichi rituali romani alle usanze dell’Inghilterra vittoriana.

Chi era San Valentino?

San Valentino, nato a Interamna Nahars, l’attuale Terni, nel 176 d.C. e morto a Roma il 14 febbraio 273, era un vescovo romano che era stato martirizzato. Valentino proteggeva gli innamorati, li guidava verso il matrimonio e li incoraggiava a mettere al mondo dei figli. Fu consacrato vescovo della città nel 197 dal Papa San Feliciano, poi divenne il protettore dell’amore in tutto il mondo.

Le origini della festa degli innamorati

La Festa di San Valentino è chiamata così per via del santo prescelto come protettore degli innamorati che fu San Valentino. La vera storia di questa celebrazione è molta confusione in quanto nel tempo si sono sovrapposte leggende diverse. Tuttavia, la tesi più accreditata ha origini religiose e risale all’epoca romana, nel 496 d.C., quando l’allora papa Gelasio I volle porre fine ai lupercalia, gli antichi riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco. Dal 13 al 15 febbraio i romani erano soliti festeggiare Luperco, il protettore del bestiame e dell’agricoltura. Tale usanza era così popolare che rimase in voga anche durante il Cristianesimo, seppur la Chiesa cercasse in ogni modo di porvi fine. Non riuscendo nell’intento di abolire questo culto pagano, la Chiesa decise di cristianizzare questa celebrazione. Papa Gelasio I scelse quindi il martire Valentino da Terni come santo per il giorno centrale della Lupercalia, vale a dire il 14 febbraio.

In realtà il merito moderno di aver consacrato San Valentino come santo patrono dell’amore è da ascrivere a Geoffrey Chaucer, l’autore dei Racconti di Canterbury. A fine degli anni ‘300 scrisse – in onore delle nozze tra Riccardo II e Anna di Boemia – The Parliament of Fowls (Il Parlamento degli Uccelli), un poema in 700 versi che associa Cupido a San Valentino. Grazie a Chaucher questa tradizione è rimasta legata soprattutto al mondo anglosassone. Dal Regno Unito è arrivata negli Stati Uniti, dove nel corso dei secoli è stata istituzionalizzata e commercializzata, fino a far sparire quasi completamente la figura del misterioso santo.

Il giorno di San Valentino – Un giorno di romanticismo

Gli auguri di San Valentino erano popolari fin dal Medioevo, anche se la scritta Valentino cominciò ad apparire solo dopo il 1400. Il più antico augurio di San Valentino conosciuto ancora oggi era una poesia scritta nel 1415 da Charles, Duca d’Orleans. Scrisse questa poesia per sua moglie mentre fu imprigionato nella Torre di Londra dopo la sua cattura nella battaglia di Agincourt. Diversi anni dopo, si ritiene che il re Enrico V abbia ingaggiato uno scrittore di nome John Lydgate per comporre una poesia di San Valentino a Caterina di Valois.

Circa 150 milioni di cartoline di San Valentino vengono scambiate ogni anno, rendendo San Valentino la seconda festa più popolare per l’invio di cartoline dopo Natale.

Come si festeggia San Valentino nel mondo?

Negli USA, seguendo la tradizione anglosassone, le persone si scambiano biglietti d’amore e piccoli dolciumi, ma il 14 febbraio non è solo il giorno degli innamorati, ma anche della famiglia e dell’amicizia.

In Inghilterra ci si scambia cioccolatini e fiori accompagnati a dei bigliettini romantici indirizzati alla persona amata, chiamati “Valentine”. L’usanza vuole che il mittente resti anonimo, per rendere il messaggio ancora più dolce.

In Romania l’amore si festeggia il 24 febbraio – Dragobete, la festa antica dell’amore. Dragobete è nella mitologia del popolo rumeno una divinità simile a Cupido o Eros; è il Dio campestre dell’amore e della fertilità, rappresentato come un giovane affascinante e virile, che faceva innamorare tutti gli animali della terra, all’inizio della primavera. Il 24 febbraio è il giorno in cui il dio dell’amore volle celebrare l’amore universale, in tutte le sue forme.

In Spagna si regalano alle amate i cuori di rose rosse. Anche in Olanda le fanciulle ricevono spesso cuori, però… di liquirizia.

In Danimarca è ancora in uso una tradizione che risale al Medioevo, quando la regina Margareta stabilì che in febbraio la donna potesse chiedere a un uomo di sposarla. In caso di rifiuto, doveva essere risarcita con 12 paia di guanti in seta.

Anche in Germania o in Francia, viene festeggiata la festa degli innamorati e qui le usanze sono molto simili alle nostre: biglietti, fiori, regali e cene romantiche.

In Corea del Sud le donne regalano cioccolato agli uomini, ogni 14 febbraio. Esattamente un mese dopo, il 14 marzo, gli uomini esprimono l’amore alle fidanzate o mogli offrendo loro dei dolci.

In Giappone le donne regalano ai rispettivi innamorati dei cioccolatini, che dovrebbero essere preparati e confezionati a mano, per dimostrare la sincerità dei propri sentimenti. Gli uomini ricambiano il regalo ricevuto il 14 marzo, detto “White Day”. In questo caso i cioccolatini dovranno essere esclusivamente bianchi.

Qualunque sia il vostro modo di festeggiare, auguriamo Buon San Valentino a tutti!

Leggi anche:
Capodanno usanze e tradizioni nel mondo
Curiosità sul Natale da tutto il mondo
Giornata mondiale dell’orgasmo

 

FAI LA SPESA CON NOI e RISPARMIa
OFFERTE ALIMENTARI E BEVANDE

Articoli Simili :

Foglio di alluminio utilizzo alternativo

admin

Capodanno usanze e tradizioni nel mondo

admin

Il sole aiuta a perdere peso

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere dati statistici e mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione sul sito, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto Leggi di Più