NaturalMente Verde
Alimentazione

Rosmarino disintossica, energizza e ringiovanisce

Rosmarino disintossica energizza e ringiovanisce

Rosmarino tutte le sue proprietà benefiche per il benessere.

Il rosmarino ha tantissime proprietà benefiche: migliora la memoria e l’umore, disintossica il corpo, riduce l’infiammazione, protegge il sistema immunitario, previene l’invecchiamento precoce, stimola la circolazione, protegge il corpo dalle infezioni batteriche.

Cosa è il rosmarino?

Il rosmarino (Rosmarinus officinalis) è una pianta molto apprezzata per le qualità aromatiche che possiede. In cucina è un immancabile ingrediente con il suo aroma ideale per arricchire piatti più diversi. Le sue foglie sono ricche di oli volatili molto apprezzate in fitoterapia. Il rosmarino contiene un olio volatile, rappresentato da borneolo, canfora, eucaliptolo, flavonoidi, acido rosmarinico, principi amari, rosmaricina e sostanze triterpeniche. La pianta di rosmarino è utilizzata in vari settori industriali: profumeria, medicina, gastronomia.

Proprietà terapeutiche del rosmarino

Fin dai tempi più antichi, questa pianta era conosciuta e amata per le sue virtù terapeutiche che la rendono tanto preziosa nel prevenire e lenire numerose patologie. Per l’organismo in generale il rosmarino è un ottimo stimolante e fortificante. Aiuta il corpo a reagire in caso di affaticamento fisico e mentale ed è perciò considerato un ottimo tonico. È utile in caso di dolori muscolari e grazie alle sue proprietà antibatteriche e antiparassitarie svolge un’azione preventiva in presenza di malattie infettive. Il contenuto di acido rosmarinico gli dona proprietà antiossidanti, aiutando perciò l’organismo a proteggersi dagli effetti dannosi dei radicali liberi.

Previene il declino cognitivo

Il rosmarino è un tonico del cervello, cioè ti aiuta a mantenere la salute del cervello, a migliorare la funzione cerebrale e a prevenire il temuto declino cognitivo (Alzheimer, demenza). Il rosmarino stimola la memoria e la capacità di apprendimento e ti aiuta a controllare le tue emozioni. Aiuta a migliorare la concentrazione ed è un toccasana in presenza di stanchezza mentale e depressione. Fin dai tempi antichi si conoscevano i suoi forti effetti sul cervello e sul sistema nervoso centrale.

Disintossica e previene i problemi renali

Il rosmarino è di natura leggermente diuretico, il che significa che può aiutare a scovare le tossine in modo efficiente durante la minzione. Inoltre, aumentando la velocità con cui l’acqua lascia il corpo, può anche aiutare a eliminare agenti patogeni, sali, tossine e persino il grasso in eccesso se consumato regolarmente. Sempre grazie all’azione diuretica, purifica i reni dai sedimenti minerali che portano alla formazione di calcoli renali dolorosi.

Apparato gastrointestinale

L’olio di rosmarino è spesso usato per curare l’indigestione, alleviando flatulenza, crampi allo stomaco, stitichezza e gonfiore. Questo olio essenziale è anche pensato per alleviare i sintomi della dispepsia ed è uno stimolante dell’appetito. Inoltre, la ricerca ha dimostrato che l’olio essenziale è disintossicante per il fegato e aiuta anche a regolare la formazione e il rilascio della bile, che è una parte fondamentale del processo digestivo. Inoltre stimola il flusso sanguigno e migliora la circolazione, che può favorire l’assorbimento di nutrienti dal cibo.

Ha inoltre una azione vermifuga e viene utilizzato anche nel trattamento contro un tipo di parassiti dell’intestino.

Previene danni al fegato

Il fegato svolge un ruolo molto importante per il corpo, perché filtra le tossine e contribuisce alla loro eliminazione dal corpo. Un eccessivo accumulo di tossine, grassi e altre sostanze nocive nel corpo può causare malattie al fegato perché il fegato è sovraccarico. Il rosmarino svolge un’azione benefica sulla ghiandola epatica, stimolando le sue funzionalità e l’escrezione della bile.

Sistema nervoso

Il rosmarino è da una parte un ottimo tonico, dall’altra è utile per controllare al meglio il sistema nervoso e gli stati di ansia. È indicato in caso di stress, forme depressive e stati di debilitazione. È utilizzato inoltre per trattare nevralgie e cefalee, derivanti sempre da infiammazioni a livello nervoso.

Inibisce lo sviluppo delle cellule tumorali

L’olio di rosmarino contiene due antiossidanti – acido caffeico e acido rosmarino, che possono prevenire il danno cellulare causato dai radicali liberi e quindi proteggere contro il cancro al seno, il cancro del colon e il cancro della pelle.

Antibatterico

Il rosmarino è potente contro le infezioni batteriche, in particolare quelle nello stomaco. Il batterio H. pylori è un pericoloso agente patogeno che può causare ulcere gastriche, ma è stato dimostrato che il rosmarino impedisce la sua crescita quando viene consumato frequentemente. Allo stesso modo, è legato alla prevenzione delle infezioni da stafilococco, che uccidono migliaia di persone ogni anno.

Bellezza

Il rosmarino sulla pelle ha un effetto tonico e purificante. È impiegato nella cura dell’acne e delle macchie scure. Utilissimo in caso di caduta di capelli come lozione e shampoo per capelli grassi, stimola la microcircolazione cutanea e permette una veloce ricrescita dei capelli. È un ottimo rimedio in caso di forfora ma anche per prevenire l’apparizione di capelli bianchi. Il massaggio con oleolito caldo è altamente efficace per il cuoio capelluto particolarmente secco e squamoso donandoli un’elevatissima umidità. Grazie alla sua azione deodorante e antisettica, viene impiegato anche per l’igiene orale.

Come si utilizza?

Può essere somministrato per scopi terapeutici sia internamente – sotto forma di decotto o infuso, sia esternamente, sotto forma di impacchi, bagni, creme, gel o lozioni. Il tè al rosmarino è un ottimo rimedio per il trattamento di problemi dell’apparato digerente e del sistema nervoso. Si può anche utilizzare l’olio essenziale di rosmarino o preparare da sé il prezioso oleolito di rosmarino.

Uso in cucina

Può essere utilizzato fresco o essiccato e dona ai cibi un aroma inconfondibile. Utilissimo, soprattutto in presenza di pietanze particolarmente grasse, perché aiuta a digerire e facilita l’azione a livello epatico. Un po’ di rosmarino è buonissimo anche su risotti e altri piatti a base di cereali. Molto diffuso nell’impasto di pani e focacce; dona un aroma gradevolissimo.

Il rosmarino è ottimo anche insieme alle minestre di verdure e in brodi vegetali, oppure sui formaggi bianchi per insaporirli. Le foglie sono spesso aggiunte ai piatti di carne perché sono particolarmente utili per digerire carne, agnello, manzo e maiale.

Controindicazioni

L’olio essenziale di rosmarino non va mai utilizzato puro in quanto può provocare irritazioni e prurito. Evitare l’uso nei bambini piccoli e donne in gravidanza a causa della sua azione stimolante a livello uterino. Se assunto in dosi elevate può provocare degli effetti collaterali, quali convulsioni, vomito, difficoltà respiratorie e irritazioni.

Il rosmarino con il suo aroma mediterraneo è molto apprezzato, fin dall’antichità; questa preziosa pianta non dovrebbe mai mancare nelle nostre case.

Articoli Simili :

Cavolo verza contro le infiammazioni

admin

Novembre – Frutta e Verdura di Stagione

admin

Oli salutari da portare in tavola

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere dati statistici e mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione sul sito, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto Leggi di Più