NaturalMente Verde
Viaggiare

Parco Naturale del Beigua

Parco Naturale del Beigua

Il parco naturale del Belguia – un Geoparco Unesco.

In un territorio ricco di contrasti come la Liguria, immerso tra la montagna e il mare, il Parco Naturale del Beigua – il più grande parco regionale della Liguria – rappresenta le caratteristiche della regione, dove è possibile trovare ambienti e paesaggi molto diversi tra loro. Dal 2015, il parco del Beigua diventa un territorio tutelato dall’Unesco per lo straordinario valore del patrimonio geologico e viene nominato Beigua Unesco Global Geopark.

Il Parco Naturale del Beigua

Il Geoparco mondiale Unesco del Beigua, si sviluppa in un’ampia area selvaggia e boschiva di quasi 9.000 ettari, caratterizzato da una ricchissima varietà animale e vegetale che interessano due diverse province: Genova e Savona.
In particolare il parco include una parte di Appennino – Monte Beigua e Monte Rama – che si trova a soli 20 km dal mare ma che raggiunge i 1.100 m di altezza, per cui dalla sommità è possibile godere di panorami mozzafiato della costa e del mare sottostante.

Perché è un Geoparco?

Il Geoparco del Beigua corrisponde ad una delle aree più interessanti della Liguria dal punto di vista scientifico, paesaggistico ed educativo ed è estremamente importante per la ricostruzione della storia geologica dell’Italia, soprattutto per comprendere l’evoluzione della catena appenninica. Proprio per le diverse tematiche relative alle Scienze della Terra il Geoparco del Beigua rappresenta un ampio laboratorio a cielo aperto dove è possibile leggere e interpretare, attraverso i segni segnati sul territorio, le diverse dinamiche e fasi evolutive che si sono verificate nel territorio.

La biodiversità del Parco Beigua

L’area naturale protetta del Beigua, per la sua peculiare localizzazione tra gli spartiacque appenninici e per la sua vicinanza al mare, è considerata una delle aree più ricche di biodiversità della Liguria.
Un eccezionale valore ornitologico è notevole, soprattutto per la varietà e la ricchezza delle specie di rapaci diurni riproduttori: aquila reale, pellegrino, gheppio, astore, sparviero, poiana del miele. Lungo i suoi percorsi più difficili che rimangono nascosti alla vista dell’uomo, troviamo il lupo, mentre dagli speroni di fronte al mare è facile ammirare le sagome delle balene che passano davanti a Varazze, Cogoleto e Arenzano. Percorsi panoramici di grande fascino tra le incantevoli montagne del gruppo del Beigua, ricoperte di foreste di faggi, roveri e castagni, di vaste pinete, di ripide rupi e di particolari affioramenti rocciosi.
Un parco dove è possibile trovare varie specie floreali endemiche: Felcetta lanosa di Maranta, Viola di Bertoloni, Asplenio del serpentino, Dafne odorosa, Peverina di Voltri e alcuni animali appartenenti alla fauna minore come il serpente di Montpellier, il tritone alpino, il tritone crestato, la rana comune, ecc..

Nel Geoparco sono presenti sentieri tematici, percorsi attrezzati, Centri Visite e Punti Informativi che forniscono al visitatore elementi di conoscenza e curiosità sulle caratteristiche ambientali e storico-culturali del comprensorio del Beigua Geopark.

Il Parco Naturale del Beigua è una delle zone più ricche di geodiversità e biodiversità della regione. Un posto unico in Italia!

Leggi anche:
Transfagarasan – una strada verso il cielo in Romania
Piscine Naturali più belle in Italia e nel mondo
Laghi rosa – vere meraviglie della Natura

 

Articoli Simili :

Transfagarasan – una strada verso il cielo in Romania

admin

Piscine naturali più belle in Italia e nel mondo

admin

Vacanze fai da te 5 consigli per non rovinare la vacanza

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.