NaturalMente Verde
Giardinaggio

Orchidee significato e cura della pianta

Orchidee significato e cura della pianta

Orchidee il loro significato e come curare la pianta in modo appropriato.

Le orchidee sono meravigliose piante che ci affascinano con i loro fiori di diversi colori. Spesso, le persone che hanno ricevuto un’orchidea come regalo non sanno come prendersene cura di questa bellissima pianta. Molti pensano anche che le loro orchidee siano morte solo perché non stanno fiorendo, e di solito non è così, quindi non buttate via l’orchidea! La loro cura è abbastanza semplice, bisogna pero conoscere alcuni aspetti importanti che riguardano la cura delle orchidee.

Le Orchidacee sono una famiglia di piante erbacee perenni appartenenti all’ordine delle Orchidales e il loro fiori è comunemente chiamato Orchidea. La gran parte delle specie è originaria delle zone tropicali e sub-tropicali dell’America Centrale e Meridionale e del continente asiatico.

Significato delle orchidee

Certamente l’orchidea è una pianta dai significati importanti, che ruotano attorno al suo fascino, alla sua eleganza e alla sua sensualità. La mitologia greca associa l’orchidea a Orchis, giovane greco che venne punito con la morte per la sua condotta immorale. Gli dei, affascinati dalla sua bellezza, fecero nascere dalle gocce del suo sangue un fiore che lo ricordasse. Petali carnosi e immacolati, una bocca pronunciata e due o sei foglie di un verde intenso dalle quali spuntano sottili steli.
Nel linguaggio dei fiori, il significato del fiore di Orchidea rappresenta la bellezza, l’eleganza, la raffinatezza, la sensualità. Viene regalata come messaggio d’amore ad una persona bellissima ed affascinante, che ricambia il nostro amore in maniera certa e assoluta.

Come curare le orchidee

Orchidea tra le più belle e facili da coltivare, sicuramente una pianta che cattura l’attenzione e affascina l’osservatore! Vediamo insieme quali sono le tecniche di base per curare al meglio le nostre orchidee e farle crescere in maniera rigogliosa. Infatti, per mantenerne la beltà e il vigore ed è più semplice di quello che sembri, nonostante questi fiori, con la loro leggiadria, trasmettano una apparente delicatezza.

Dove piantare l’orchidea

Il vaso dove va piantata l’orchidea è importante che deve essere poco spesso e dovrebbe essere dotato di varie aperture per consentire l’areazione delle radici, deve essere trasparente e deve favorire un ottimo drenaggio. La pianta ama la luce, ma teme i raggi diretti del sole. Quindi, scegliete quindi un luogo non troppo ventilato, ombroso ma luminoso con una temperatura tra 15 e 28 gradi.

Come annaffiare le orchidee

Le annaffiature devono tenere le radici sempre umide, impedendo i ristagni. Un errore comune che fanno i proprietari di orchidee è l’irrigazione eccessiva, che causa marciume radicale. È quasi come un istinto naturale di innaffiare continuamente una pianta se non sembra fiorente. Metti giù l’annaffiatoio! Riducete le innaffiature in autunno-inverno, prima del periodo della fioritura: questa fase di riposo, con meno luce e mancanza di acqua favorirà il processo di fioritura.

Come rinvasare le orchidee

I rinvasi dell’orchidea devono essere eseguiti facendo attenzione alle radici; se sono presenti radici morte o marce, è bene reciderle prima di sistemare la pianta. Il nuovo vaso deve essere sempre di poco più grande rispetto al precedente.

Come concimare le orchidee

L’orchidea vive su terreno inerte, necessita pertanto di essere supportata con concime a base di azoto, fosforo e potassio, in primavera e autunno. Somministrate il concime specifico una volta al mese. In primavera, con la ripresa vegetativa, si può aiutare il risveglio della pianta fornendo un concime che sia maggiormente ricco in azoto. Il terreno che è importante fornire alle orchidee deve essere piuttosto inerte e quindi addizionato di sostanze come il carbone di legna, il polistirolo oppure della corteccia di pino.

Malattie delle orchidee

Generalmente le malattie più comuni per le orchidee derivano da cattivi metodi di coltivazione. Fornire troppa acqua si rischia di far marcire le radici, oppure l’esposizione diretta ai raggi solari seccano le foglie e non permetteranno lo sviluppo fiorale. Osservando le foglie, le radici e i fiori si capisce quando è malata. Se le foglie si presentano marroni e cotonose, devono essere trattate con ovatta imbevuta di alcool.

La moltiplicazione delle orchidee

Ci sono due metodi per moltiplicare le nostre amate piantine: tramite l’immissione di altri semi nel terreno, o utilizzando una via vegetativa. La via più semplice, è tramite propagazione vegetativa effettuando una sorta di talea e si ottengono piante in tutto e per tutto identiche alla pianta genitrice. Effettuare una telea per la moltiplicazione è molto semplice. Si utilizza il frammento di una pianta, che viene tagliata e sistemata nel terreno, viene così creato un nuovo esemplare. Tramite questa proprietà rigenerativa vegetale, possiamo moltiplicare tantissimo le nostre piante.

Le orchidee sono ideali per arredare ogni appartamento dando alla nostra abitazione un fascino unico, elegante e particolare.

Leggi anche:
Ficus Benjamin la pianta ideale per ogni appartamento
Piante da appartamento come curarle
Alloro pianta simbolo della vittoria

Articoli Simili :

Piante che danno energia positiva e portano fortuna

admin

Fiori e piante i rimedi della nonna

admin

Concimi naturali rimedi fai da te per piante

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere dati statistici e mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione sul sito, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto Leggi di Più