Marmellata di cachi la ricetta

di admin Posted on 164 visualizzazioni 0 commenti
Marmellata di cachi la ricetta

Marmellata di cachi la ricetta per prepararla morbida e gustosa.

La marmellata di cachi è una conserva da preparare in autunno e che si ricava dalla polpa morbida e dolce di questi frutti dal colore arancione e dal sapore unico. Una confettura semplice da preparare a casa e ottima da spalmare sul pane o sulle fette biscottate, ma anche per farcire crostate, torte, o da accompagnare a formaggi stagionati. Per la preparazione scegliete cachi maturi, che sono anche i più dolci, così da utilizzare meno zucchero

Ingredienti:

  • Cachi 1 kg
  • Zucchero 160 g
  • 1 Mela
  • Estratto di vaniglia 3 cucchiaini
  • Succo di limone

Preparazione:

Sbucciate i cachi, eliminate il seme e i filamenti. Raccogliete la polpa in una casseruola.
Unite la mela sbucciata e tagliata a pezzi, il succo e un poco di scorza del limone e unite 3 cucchiai di estratto di vaniglia, oppure utilizzate i semini interni di una bacca
Aggiungete lo zucchero e mescolate per far amalgamare gli ingredienti.
Portate la casseruola sul fuoco e cucinate per 40 minuti. Schiumate di tanto in tanto per ottenere una marmellata limpida. Quando avrà raggiunto la giusta consistenza invasate in barattoli sterilizzati ancora calda. Capovolgete i barattoli e lasciateli raffreddare.

Consigli:

Quando scegliete i cachi per la preparazione della confettura preferite quelli maturi, ma fate attenzione che non siano mollicci e che siano privi di spaccature.
Scegliete vasetti piccoli per la vostra marmellata di cachi, così da consumarla in breve tempo, una volta aperta.
Per eliminare l’aspro dalla marmellata dei cachi potete aggiungere un po’ di Grand Marnier durante la preparazione.

I vasetti di marmellata, potranno essere conservati per un periodo che va dai 3 agli 8 mesi. La durata dipende dalla quantità di zucchero: meno ne avete utilizzato e minore sarà il tempo di conservazione. Una volta aperto il barattolo conservatelo in frigo per 4 giorni al massimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *