NaturalMente Verde
Salute

La digestione e i disturbi digestivi

La digestione e i disturbi digestivi

La digestione un processo che inizia dalla bocca.

La digestione è la scomposizione degli alimenti in componenti più piccoli in modo da essere assorbiti nel flusso sanguigno. Chiamata anche catabolismo, la digestione si divide in due tipi – la digestione meccanica degli alimenti che si verifica in bocca con la masticazione e la digestione chimica che si verifica nel tratto gastrointestinale quando il cibo viene scomposto in piccole molecole da enzimi digestivi.

Quanto tempo di vuole per digerire il cibo?

In generale, il cibo impiega dalle 24 alle 72 ore per percorrere il tratto digestivo. Il tempo impiegato dipende dalla quantità e dal tipo di cibo che hai mangiato. Il ritmo si basa anche su fattori come il sesso, il metabolismo, e se avete problemi digestivi che potrebbero rallentare o accelerare il processo.
In un primo momento, il cibo si sposta relativamente rapidamente attraverso il sistema digestivo. Entro 6-8 ore, il cibo si è spostato attraverso lo stomaco, l’intestino tenue e l’intestino crasso. Uno studio di Mayo Clinic ha rilevato che il tempo medio che il cibo trascorre nell’intestino crasso varia a seconda del sesso: 33 ore per gli uomini e 47 ore per le donne.
La carne e il pesce possono richiedere anche due giorni per essere completamente digeriti. Al contrario, frutta e verdura, che sono ad alto contenuto di fibre, si muovono attraverso il sistema in meno di un giorno.

Cosa succede durante la digestione?

L’apparato digerente è composto da cinque parti principali: la bocca, l’esofago, lo stomaco, l’intestino tenue (piccolo intestino) e l’intestino crasso (grande intestino).
Mentre masticate, le ghiandole in bocca rilasciano la saliva che contiene enzimi in grado di scomporre gli amidi nel cibo. Il risultato è il cibo impastato chiamato bolo alimentare. In bolo scende verso l’esofago – il tubo che collega la bocca allo stomaco.
Il succo gastrico presente nello stomaco scompone il cibo ancora di più, trasformando il cibo in una miscela chiamata chimo. Da qui il chimo passa al intestino tenue.
Qui, il pancreas e il fegato contribuiscono con i loro succhi digestivi alla digestione. I succhi pancreatici scompongono i carboidrati, i grassi e le proteine. La bile del fegato scioglie il grasso. Vitamine, altri nutrienti e acqua si muovono attraverso le pareti dell’intestino tenue nel flusso sanguigno. La parte non digerita che rimane si sposta nel intestino crasso. L’intestino crasso assorbe tutti i nutrienti residui dal cibo. Il resto diventa un rifiuto solido, chiamato feci che viene espulso attraverso l’ano.

Possibili problemi digestivi

Alcune condizioni possono interrompere la digestione e lasciarvi con alcuni spiacevoli effetti collaterali come bruciore di stomaco, gas, costipazione o diarrea. Vediamo quali sono:

Il reflusso acido – si verifica quando lo sfintere esofageo inferiore si indebolisce permettendo al acido gastrico di risalire nel esofago. I sintomi principali sono: bruciore di stomaco, acidità e rigurgiti.
La celiachia – si manifesta quando il sistema immunitario attacca e danneggia l’intestino quando si mangia glutine.
La costipazione – è un disturbo causato dal lento passaggio del cibo nell’intestino, dovuto ad una mancanza di movimento intestinale. Provoca gonfiore addominale, irritabilità, cefalea.
La diverticolosi – crea piccole tasche infiammate nell’intestino. I sintomi includono dolore addominale, costipazione, crampi e gonfiore.
Le malattie infiammatorie intestinali – comprendono il morbo di Crohn e la colite ulcerosa. Sono patologie infiammatorie croniche della mucosa intestinale. I sintomi intestinali più frequenti sono: diarrea cronica o recidivante, dolori addominali, stimolo doloroso all’evacuazione, vomito, nausea.
La sindrome dell’intestino irritabile – causa sintomi scomodi come gas, diarrea e costipazione.
L’intolleranza al lattosio – significa che il corpo non ha l’enzima necessaria per decomporre lo zucchero contenuto nei prodotti lattiero-caseari. Si manifesta con disturbi gastrointestinali come gonfiore, dolore crampiforme e saltuaria diarrea.

Consigli per una corretta digestione

Per mantenere il cibo in movimento senza intoppi attraverso il sistema digestivo e prevenire i problemi come la diarrea e costipazione, provate questi suggerimenti:

Mangiare più verdura, frutta e cereali integrali
Verdura, frutta e cereali integrali sono tutte ricche fonti di fibre. Le fibre aiutano gli alimenti a muoversi più facilmente attraverso il sistema digestivo.

Ridurre il consumo di carni rosse e alimenti processati
La carne richiede più tempo per il tratto digestivo per decomporsi. Inoltre, produce sostanze chimiche che possono danneggiare il tratto digestivo.

Includere probiotici alla dieta
Questi batteri benefici servono a regolare funzioni digestive e immunitarie. Li troverete in alimenti come yogurt e kefir, e in integratori.

Esercizio fisico quotidiano
L’esercizio fisico quotidiano mantiene in movimento anche il tratto digestivo. Una passeggiata dopo i pasti può prevenire gas e gonfiore. L’esercizio fisico inoltre tiene sotto controllo il peso, il che riduce il rischio di alcuni tumori e di altre malattie dell’apparato digerente.

Dormire bene
La mancanza di sonno è legata all’obesità, che può creare ulteriori problemi all’apparato digerente.

Gestire lo stress
L’eccesso di stress può peggiorare le condizioni digestive come il bruciore di stomaco. Tecniche per alleviare lo stress come la meditazione e lo yoga possono aiutare a calmare la mente.
Leggi anche:
Succo di patate crude per curare la gastrite
Tisana digestiva per il dopo cena
Febbre alta; cause e cure naturali

 

Articoli Simili :

Succo di patate crude per curare la gastrite

admin

Omega 3 il ruolo degli acidi grassi nella salute

admin

Allergie – prevenire e curare con rimedi naturali

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere dati statistici e mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione sul sito, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto Leggi di Più