NaturalMente Verde
Giardinaggio

Ficus Benjamin – la pianta ideale per ogni appartamento

Ficus Benjamin - la pianta ideale per ogni appartamento

Ficus Benjamin la pianta ideale anche per chi non ha il pollice verde.

Il Ficus Benjamin o fico beniamino (Ficus benjamina) è una delle piante da appartamento più diffuse ed apprezzate, indicata anche per chi non ha il pollice verde. È una pianta sempreverde originaria dai luoghi tropicali dell’Africa e dell’Asia. Una pianta elegante, di tipo decorativo, non necessita particolari attenzioni; basta non fargli mancare la luce e l’acqua.

Caratteristiche Ficus Benjamin

Il Ficus Benjamin è una pianta di un portamento elegante, arriva ad un’altezza di 3-4 metri nelle nostre case, mentre, coltivata all’aperto raggiunge 25-30 metri e può vivere tra 40 e 150 anni. Essendo una pianta tropicale, ama il clima sempre molto caldo e soprattutto umido.
Il ficus Benjamin non ama essere spostato. Gli improvvisi cambiamenti porta la pianta a soffrire uno shock che si manifesta col perdere delle foglie. La pianta va spostata soltanto se le condizioni di illuminazione, temperatura e umidità migliorano.

Varietà Ficus

Le varietà del genere Ficus sono davvero tantissime. La più diffusa è Benjamin, poi abbiamo Ficus lirata che è molto ricercata, Ficus pandurata con le foglie grandi, Ficus pumila – una varietà rampicante, Ficus Benjamino Exotica, Ficus Benjamino Golden king, Ficus Benjamino Nuda, Ficus Benjamino Mini Gold, il Ficus Diversifolia, il Ficus Petiolaris.

Come curare un Ficus Benjamin

Sono tre i fattori principali per la cura del Ficus Benjamin: l’illuminazione, la temperatura e l’umidità.

Illuminazione

La collocazione ideale è in zone molto luminose in modo da favorirne la crescita, ma al riparo dai raggi diretti del sole.

Temperatura

Provenendo da un clima tropicale, la temperatura ideale si aggira dai 18° notturni ai 22° diurni. Soffrono il freddo, gli sbalzi termici e le correnti d’aria. Collocato all’esterno può vivere anche con una temperatura di soli 10°C.

Umidità

Il tasso di umidità ottimale si aggira intorno al 70-80%. L’acqua dovrà essere versata non solo nel vaso, ma spruzzata anche sulle foglie. In questo modo, grazie agli stomi, sarà la pianta stessa che regolerà l’assorbimento dell’acqua in base alle sue necessità.

Concimazione

La concimazione va indicativamente fatta una volta al mese in primavera ed estate, invece in autunno e inverno una volta ogni due mesi. Da usare un concime specifico per piante verdi o granulare a lenta cessione oppure liquido diluito nell’acqua delle annaffiature.

Annaffiatura

Le irrigazioni devono essere abbondanti e frequenti durante tutta la stagione estiva; 2-3 alla settimana, mentre in inverno la quantità d’acqua deve essere ridotta; solo quando il terreno è ben asciutto.

Moltiplicazione

Il Ficus Benjamin è una pianta che può facilmente essere moltiplicata per talea. Tra aprile e agosto bisogna recidere un giovane ramo, lungo circa 10-15 centimetri. Il taglio deve essere fatto appena al di sotto del punto dove sono inserite le foglie, che assume il nome di nodo; infatti è proprio dal nodo che si svilupperanno le radici. Le foglie del nodo dove abbiamo fatto il taglio saranno asportate perché questa parte verrà interrata in un terriccio composto da torba e sabbia. Trascorsi in genere due mesi si possono vedere le prime talee che cominciano a vegetare.

Potatura

È preferibile potare la pianta in primavera, alla ripresa vegetativa, anche se è possibile farla durante tutto l’anno. La potatura contribuisce ad avere un aspetto armonioso, senza parti morte o buchi, mettendo ordine tra rami vecchi e nuovi. La potatura dei rami più grossi verrà eseguita in inverno, anche perché in quel periodo il lattice è meno abbondante, e quello che fuoriuscirà dovrà essere bloccato con della pasta cicatrizzante.

Rinvaso

I ficus vanno rinvasati in contenitori più grandi quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. Generalmente, quando il Ficus è giovane, il rinvaso può essere fatto ogni due-tre anni perché il suo sviluppo è rapido, quando invece la pianta ha molti anni, l’accrescimento è più lento e possiamo effettuare il rinvaso anche dopo più di sette anni.

Malattie e parassiti

Queste piante sono molto resistenti alle malattie, mentre sono sensibili agli attacchi dovuti a insetti parassiti, che provocano maggiori danni. Tra gli insetti che aggrediscono i Ficus troviamo i tripidi, gli acari e le cocciniglie.

Il Ficus Benjamin è una pianta che purifica l’aria che respiriamo avendo la capacità di emettere l’ossigeno e assorbire i gas tossici.

Leggi anche:
Piante da appartamento come curarle
Orto sul balcone 10 piante facili da coltivare
Piante che danno energia positiva e portano fortuna

Articoli Simili :

Concimi naturali rimedi fai da te per piante

admin

Piante aromatiche – come coltivarle sul balcone

admin

Piante da appartamento come curarle

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere dati statistici e mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione sul sito, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto Leggi di Più