NaturalMente Verde
Spiritualità

La differenza tra consapevolezza e meditazione

consapevolezza e meditazione

Qual è la differenza tra la consapevolezza (mindfulness) e la meditazione?

Quando si tratta di meditazione, ci sono persone che dicono: “Lo sport è la mia forma di meditazione”, “Cucinare, per me è la meditazione”. Naturalmente, queste attività sono rilassanti, ma la meditazione è un’altra cosa, è un’attività in sé. Mindfulness è uno stile “direzionale” di meditazione, in cui ci si concentra o si conta il respiro, si può fare camminando o usando una visualizzazione guidata, o concentrandosi su una fiamma. Ogni volta che si fissa un punto o si sta dirigendo la mente in una particolare direzione, si tratta di mindfulness. Verrebbe paragonata all’arte di portare la vostra consapevolezza nel momento presente.

Qual è la definizione di meditazione?

Meditazione significa imparare a rinunciare. Coltiverete la forza di abbandonarvi, in questo modo aiutate il corpo a riposare. Quando il vostro corpo raggiunge il necessario riposo, sa come guarire se stesso. Questo accade quando si tocca uno stato di coscienza diverso da veglia, sonno o sogno. La meditazione è uno stato di profonda pace che si raggiunge quando la mente si acquieta pur rimanendo completamente vigile.

Quando vedrò i risultati?

La meditazione è proprio come andare in palestra, non è qualcosa che si può aspettare di ottenere risultati dopo appena una singola sessione. Quindi, sii paziente con te stesso! Le cose saranno un po’ confuse all’inizio, ma poi sarà tutto più chiaro. La cosa meravigliosa è che se sei abbastanza coraggioso di affrontare la disintossicazione emotiva, cosa che succede per la maggior parte delle persone, allora i vantaggi sono cumulativi. Più fai una pratica quotidiana (almeno 15 minuti, due volte al giorno), più noterai armonia e ordine nella tua vita. In alcuni giorni sentirai la meditazione facile e senza sforzo; mentre in altri giorni sentirai proprio di scaricare tutto lo stress accumulato. In entrambi i casi, è importante capire qual è lo stile di meditazione praticato in quel momento, per facilitare la tua iniziazione in questa pratica.

Mentre alcune persone provano un po’ di tutti gli stili per apprenderla, l’ideale sarebbe trovare un insegnante e uno stile che lo senti adatto a te e praticarlo fino ad avere una chiara comprensione della tecnica e iniziare a vedere cambiamenti nella propria vita. Migliorando, piano, piano si possono provare altri stili.

Ricorda che non è importante provare vari stili di meditazione, ma è importante impegnarsi a scoprire quello più adatto a te!

Leggi anche:
Fermare la propria mente in tre modi semplici
Kapalabhati la respirazione che ci libera dalle tossine
Esercizi tibetani – i rituali dell’eterna giovinezza

Articoli Simili :

Il dolore è il nostro amico

admin

Fermare la propria mente in tre semplici modi

admin

Gli ottimisti – 6 cose che fanno diversamente

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere dati statistici e mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione sul sito, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto Leggi di Più