NaturalMente Verde
Sapevate Che..?

Caffè decaffeinizzato – Cose che non sapevi

Caffè decaffeinizzato

Caffè decaffeinizzato – Cose che non sapevi.

Che lo bevi solo al mattino o lo consumi in modo frequento, ecco alcune curiosità che forse non sapevi sul caffè decaffeinizzato.

Caffè decaffeinizzato non significa privo di caffeina.

Secondo le normative FDA (Food and Drug Administration) ente governativo statunitense, il caffè deve avere il 97 per cento della caffeina originale rimossa al fine di essere etichettato come decaffeinato. Bere da cinque a dieci tazze di decaffeinato e come consumare l’equivalente di una tazza o due di caffè normale in termini di contenuto di caffeina; tieni presente questo se stai rinunciando alla caffeina per motivi di salute.

La quantità di caffeina nel caffè decaffeinato varia (molto).

Poiché alcuni chicchi di caffè hanno più caffeina rispetto ad altri, è possibile che una tazza di decaffeinato con 97 per cento della caffeina rimossa potrebbe avere più caffeina di quanto vogliamo consumare. Così mentre una tazza di caffè normale di solito contiene circa 100 milligrammi di caffeina, un test effettuato su 36 marchi conosciuti di caffè hanno trovato alcune tazze di caffè decaffeinato che contenevano ancora tra 20 milligrammi e 32 milligrammi caffeina.

Non tutti i decaffeinati sono fatti con lo stesso metodo.

Ci sono diversi modi per decaffeinate caffè. Il procedimento Swiss Water Process prevede l’immersione dei semi verdi in acqua calda o al vapore. Oppure, il metodo con anidride carbonica (CO2) entrambi sono i metodi certificati bio e non utilizzano agenti chimici.

Il caffè decaffeinato è buono per il fegato.

Studi hanno dimostrato che le persone che consumavano almeno tre tazze di caffè che al giorno avevano livelli inferiori di quattro enzimi epatici, spesso legati a danni e all’infiammazione del fegato.

Riduce il rischio di diabete.

Una tazza di decaffeinato al giorno porta a una riduzione del 6% nel rischio di diabete di tipo2. La funzione protettiva sarebbe da attribuire alla proprietà antiossidante di un polifenolo alimentare naturale, l’acido clorogenico, contenuto nell’acido caffeico. Esso è presente in numerosi frutti e ortaggi, ma particolarmente nel caffè.

Il caffè decaffeinato potrebbe aumentare il colesterolo.

I ricercatori hanno monitorato tre gruppo di partecipanti. Un gruppo che assumeva tre tazze di caffè al giorno, un gruppo che beveva tre tazze di caffè decaffeinato, un gruppo che non assumeva caffè. Tre mesi dopo, solo il gruppo decaffeinato ha avvertito un picco di 8 per cento di apolipoproteina B, una componente del colesterolo LDL.

Il decaffeinato riduce il rischio di cancro alla prostata.

In uno studio della Harvard School of Public Health effettuato su 47.911 uomini, i ricercatori hanno scoperto che gli uomini che hanno consumato sei o più tazze di caffè al giorno avevano un rischio inferiore di 18 per cento di sviluppare il cancro alla prostata e avevano 60 per cento meno probabilità di morire. Il caffè decaffeinato contiene alti livelli di anti-ossidanti, quindi questi benefici sono dovuti non alla caffeina ma proprio alle proprietà antiossidanti e antinfiammatori del decaffeinato.

Quindi diamoci il buon giorno con una tazza di caffè decaffeinato.

Leggi anche:
Giornata mondiale del caffè – la bevanda del risveglio
Cannella ci offre benefici per la salute
La caffettiera o moka come pulirla con rimedi naturali

 

Articoli Simili :

Le uova fanno bene alla salute?

admin

Il dolore è il nostro amico

admin

Novembre – Frutta e Verdura di Stagione

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.