NaturalMente Verde
Alimentazione

Asparagi – I re degli ortaggi primaverili

asparagi

Asparagi – fonte preziosa di sostanze nutrienti.

Gli asparagi hanno poche calorie, disintossicano l’organismo, tengono lontano il diabete, ottimi antinfiammatori, ricchi di antiossidanti, di grande aiuto nella cura delle infezioni del tratto urinario.

Al primo segno della primavera pungono le teste fuori dalla terra, sbattendo dal suolo come file di soldati nei campi. Sono gli asparagi (Asparagus officinalis), i re degli ortaggi primaverili. Deliziano il nostro palato dal mese di aprile fino al mese di giugno. Gli asparagi sono normalmente disponibili nei colori bianchi, verdi e porpora. L’asparago bianco è coltivato lontano dalla luce solare e quindi è carente del pigmento verde, clorofilla. L’asparago porpora dal sapore più rustico e un pò amarognolo; è in realtà un asparago bianco che riesce a fare capolino da sottoterra e vedendo la luce, la punta acquista un colore lilla. L’asparago verde, il più diffuso in Italia, germoglia alla luce del sole; ha un sapore intenso dolciastro, l’unico che non ha bisogno di essere pelato.

Valori Nutrizionali Asparagi

Per porzione, l’asparago contiene circa 288 milligrammi di potassio, noto per la sua capacità di ridurre il grasso dell’addome; 3 grammi di fibra per migliorare la digestione. Ha solo 25 calorie, zero colesterolo, pertanto, possono essere inclusi in qualsiasi dieta dimagrante. Gli asparagi sono una fonte preziosa di sostanze nutrienti: vitamine, minerali e proteine essenziali. Contiene acido folico, è ricco di fibre vegetali, vitamine A e C, vitamine del gruppo B in abbondanza, vitamina E. Molti minerali incluso: calcio, ferro, fosforo, cromo, selenio, iodio, magnesio, manganese, zolfo, silicio ed è ricchissimo di potassio. Secondo gli specialisti americani della UCLA, l’asparago è la verdura numero uno in disintossicazione essendo ricchi di glutatione.

Benefici asparagi

Scopriamo insieme le virtù di questo alimento!

Digestione

L’asparago contiene un insolito carboidrato chiamato inulina, comunemente conosciuto come prebiotic. A differenza della maggior parte dei carboidrati, viene digerito quando raggiunge l’intestino grande, rendendolo la fonte di cibo perfetta per alcuni batteri amici; a loro volta aiutano con l’assorbimento dei nutrienti riducendo così il rischio di cancro del colon e di allergie.

Diabete

Le sostanze nutrienti antinfiammatori presenti negli asparagi aiutano a ridurre il rischio di malattie croniche, tra cui il diabete di tipo 2. Questo effetto benefico è attribuito alla presenza del cromo, che svolge un ruolo fondamentale nel regolare i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre la vitamina B è responsabile per il metabolismo degli amidi e zuccheri, quindi aiuta a mantenere livelli sani di zucchero nel sangue.

Antiossidante

Sono una buona fonte di antiossidanti come luteina, zeaxantina, caroteni e criptoxantina. Insieme, questi composti flavonoidi, aiutano a rimuovere i radicali liberi dal corpo proteggendolo da possibili tumori, malattie neurodegenerative e infezioni virali. Molto efficaci per abbassare il colesterolo proprio grazie alle sue proprietà antiossidanti.

Infezioni delle vie urinarie

Studi di ricerca indicano che l’asparago possiede un effetto antiurolitico che contribuisce a curare le infezioni delle vie urinarie. Secondo la ricerca, l’effetto antiurolitico può essere attribuito alla presenza di antiossidanti e di vitamine essenziali C ed E. Grazie alle sue proprietà diuretiche, il consumo di asparagi aumenta la frequenza e il volume della minzione.

Proprietà antitumorali

L’asparago contiene una certa varietà di fitonutrienti noti come saponine. Gli studi hanno dimostrato che le saponine ottenute da asparagi possiedono proprietà anti-cancro e antinfiammatorie. L’elevato contenuto di glutatione, un antiossidante e disintossicante, aiuta nella prevenzione di malattie di tipo cronico, tra cui il diabete di tipo 2 e vari disturbi cardiaci.

Cataratta

L’asparago è una fonte di vitamina A, nota come retinolo perché produce pigmenti nella retina, essenziale per la vista. Grazie alla presenza di antiossidanti, protegge la retina dai danni causati dai radicali liberi. La presenza dell’aminoacido glutatione aiuta anche a ridurre il rischio di disturbi dell’occhio quali cataratta e cecità notturna.

Omocisteina

Un’abbondanza di vitamina B negli asparagi aiuta a mantenere sani i livelli di omocisteina. Vitamina B, soprattutto folico, B6 e B12 sono essenziali per la conversione di omocisteina in cisteina, che quindi viene riconvertita in metionina. La carenza di vitamina B nel corpo porta ad avere elevati livelli di omocisteina che può provocare danni ai vasi sanguigni, trombosi venosa, aterosclerosi e disturbi cardiaci.

Rutina o vitamina P

L’asparago è inoltre una fonte ricca di rutina, un bioflavonoide che possiede proprietà antinfiammatorie ed è usato per trattare le emorroidi e impedire la coagulazione del sangue. Inoltre migliora la permeabilità dei capillari, rinforza i vasi sanguigni. La rutina impedisce l’indurimento delle arterie riducendo la viscosità del sangue e aiuta nell’alleviamento dell’ipertensione. La rutina previene la formazione di trombi nel sangue, grazie alle sue proprietà antiaggreganti piastriniche e antitrombotiche, dunque ottima nella salute cardiovascolare.

Malattie neurodegenerative

sono condizioni genetiche o periodiche che colpiscono i neuroni del cervello umano. Il corpo normalmente non ha la capacità di sostituire i neuroni danneggiati. Recenti studi hanno dimostrato che gli asparagi sono efficaci nel trattamento di malattie neurodegenerative come Alzheimer, Parkinson e Huntington. Questi effetti benefici sono attribuiti alla presenza di fitoestrogeni che presentano alcuni effetti neuroprotettivi.

Anti-depressivo

la ricerca scientifica ha dimostrato la sua efficacia contro l’ansia e la depressione. Aiuta a migliorare la memoria, aumenta la produzione e la secrezione di estrogeni e ha un effetto rivitalizzante e calmante sul sistema nervoso.

Come si cucinano:

Gli asparagi si possono consumare previa cottura; lessi o in pinzimonio, alla piastra, fritti, gratinati o stufati. L’accostamento tipico dell’asparago è con l’uovo, fritto o anche in frittata. Una ricetta tipica milanese prevede un uovo al tegamino accompagnato da asparagi prima lessati e poi ripassati nel burro, il tutto condito con sale, pepe e parmigiano. L’asparago può essere protagonista di un risotto o di una pasta o sotto forma di crema. L’asparago si accompagna bene con formaggi anche stagionati, carni bianche e rosse o crostacei. Si possono preparare con altre verdure, come carciofi o zucchine sia come contorni o come condimenti per deliziose torte rustiche.

Controindicazioni:

Può essere consumato durante la gravidanza e l’allattamento in quantità normale, senza esagerare.  Gli asparagi contengono purine. Queste non sono consigliate per le persone che soffrono di complicazioni come gotta o calcoli renali.

Gli asparagi ci ringiovaniscono e agiscono come un tonico per i nervi; rafforzano il sistema immunitario e aiutano a promuovere nel complesso il benessere fisico e mentale. Gustateveli!

Leggi anche:
Le verdure che drenano i liquidi
Cavolo verza contro le infiamazioni
Cavolfiore un ortaggio con molteplici benefici

Articoli Simili :

Cetriolo le sue proprietà benefiche

admin

Frutta secca alimento energetico e nutriente

admin

Carote benefici per la salute e bellezza

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere dati statistici e mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione sul sito, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto Leggi di Più