Aromaterapia effetti benefici per salute e bellezza

di admin Posted on 218 visualizzazioni 0 commenti
Aromaterapia effetti benefici per salute e bellezza

Aromaterapia – conosciamo i suoi mille benefici e le controindicazioni.

L’aromaterapia è la pratica di utilizzare oli vegetali volatili, compresi gli oli essenziali, per il benessere psicologico e anche fisico. Gli oli essenziali, cioè, l’essenza pura di una pianta, porta innumerevoli benefici sia psicologici che fisici quando vengono utilizzati correttamente e in modo sicuro.

Le origini dell’aromaterapia

Fin dall’antichità, numerose civiltà hanno utilizzato le piante per scopi religiosi, medicinali e cosmetici. Gli antichi egizi si avvalevano di sostanze aromatiche per la cosmesi, massaggi, bagni, nonché per le pratiche di mummificazione. Era molto usata la pratica di bruciare l’incenso (Boswellia), che era considerato il cibo degli dei; ancora oggi è bruciato nelle cerimonie religiose cristiane. Infatti, una delle prime forme di aromaterapia fu l’aspirazione dei fumi prodotti dalla combustione delle piante per cacciare gli spiriti maligni.
Nell’antica tradizione cinese l’uso di oli essenziali era associato a pratiche come l’agopuntura, massaggio e fumigazioni. Invece, gli antichi greci appresero dagli egizi l’arte dell’uso degli oli essenziali con particolare attenzione per l’arte della profumeria. Molti profumi erano usati sia per le proprietà medicinali che per impieghi cosmetici.I romani ereditarono e ampliarono queste conoscenze per la preparazione di oli per il corpo, per profumare i vestiti, i letti e le abitazioni.

L’aromaterapia in Europa

La parola aromaterapia è stata usata per la prima volta nel 1928 da Rene Maurice Gattefosse, un chimico di origine francese che lavorava con gli oli essenziali nel campo della cosmesi. Accidentalmente ha scoperto le proprietà curative della lavanda dopo aver immerso la sua mano ustionata in un vaso contenente olio di lavanda puro. Scoprì che la sua mano guari rapidamente senza lasciare cicatrici. Anni dopo, un chirurgo francese di nome Jean Valnet ha usato gli oli essenziali per curare le ferite dei soldati nella seconda guerra mondiale; dimostrando così i benefici dell’aromaterapia. Fondatore della Società Francese di Fitoterapia e Aromaterapia, Valnet, con i suoi studi e la sua attività ha notevolmente contribuito a riscoprire le proprietà terapeutiche di moltissime piante.

Cosa sono gli oli essenziali?

Gli oli essenziali sono miscele di sostanze diverse ottenute per distillazione o per spremitura delle piante o di loro parti (foglie, petali, corteccia e radici). Si possono usare sia allo stato puro che diluiti in acqua, in olio o diffusi nell’ambiente come profumo. Gli oli essenziali sono miscele complesse di sostanze volatili e odorose. Si presentano sotto forma di piccolissime gocce e contengono tutte le caratteristiche vitali della pianta. La ben nota capacità di alcuni oli di tonificare e di migliorare l’aspetto della pelle è molto sfruttata in cosmesi, e per questo vengono addizionati a creme o lozioni ad azione idratante ed elasticizzate.

Come riconoscere un olio essenziale di qualità

La qualità di un olio essenziale dipende molto dalla qualità del suolo in cui la pianta viene coltivata, dalle condizioni di estrazione delle sostanze attive, l’imballaggio e lo stoccaggio.
Un olio essenziale di qualità, dovrebbe avere tre caratteristiche importanti:
purezza: il contenuto deve essere inalterato dell’aggiunta di solventi o di altre sostanze chimiche sintetiche che influenzano le proprietà terapeutiche dell’olio essenziale originale.
intensità: è costituita dalla quantità massima di sostanze attive estratte e dalla vasta gamma di essenze. Un metodo per ottenere un aroma più intensa, potrebbe essere, ad esempio, ridistillare la pianta per estrare il resto delle rimanenti sostanze attive.
integrità: l’olio essenziale deve estratto dalla stessa specie di pianta (senza miscele), eventualmente dalla stessa cultura e piantagione, possibilmente, coltivazioni biologiche controllate.

Le proprietà benefiche dell’aromaterapia

Gli oli essenziali hanno proprietà e azioni terapeutiche diverse. Proprietà antisettica e antimicrobica ovvero impedisco o inibiscono la crescita e la proliferazione di microrganismi come batteri, virus e funghi. Hanno anche proprietà cicatrizzanti, antireumatiche, insetticide e antiparassitarie. E ancora proprietà utili per curare disturbi dell’apparato respiratorio, proprietà digestive, tonificanti, calmanti e rilassanti. Queste ultime, utili nei casi di tensione nervosa, ansia, stress e insonnia. Infine, possiamo citare le proprietà analgesiche e quelle afrodisiache.

Come si applica l’aromaterapia?

In base ai principi dell’aromaterapia, gli oli essenziali, oltre a profumare il corpo, sarebbero in grado di influire anche sull’umore e su alcune funzioni dell’organismo. Possono essere utilizzati per inalazione, applicazione cutanea attraverso il massaggio della pelle, pediluvi e maniluvi o (meno frequentemente) per ingestione.

Inalazione:

E’ un dato di fatto che l’inalazione di profumi piacevoli può aiutare a rilassarsi, può provocare emozioni, evocare ricordi e influire sull’umore. Basta utilizzare diffusori di essenze o vaporizzatori, oppure semplicemente versando alcune gocce su un fazzoletto o su un batuffolo di cotone.

Applicazione cutanea:

In questo caso, l’olio essenziale va diluito in oli vegetali oppure aggiunto direttamente nella vostra crema corpo. Si applica massaggiando la parte interessata o tutto il corpo.

Pediluvi e maniluvi:

Versare quattro gocce di essenza diluite in poco sapone neutro per ogni litro di acqua, quindi immergere le mani fino ai polsi o i piedi fino alle caviglie. Occorre rimanere immersi almeno un quarto d’ora per sfruttare al massimo le potenzialità benefiche. Si possono aggiungere delle gocce di oli essenziali anche nella vasca da bagno per un bagno aromatico e rilassante.

Ingestione:

Gli oli essenziali come tali sono estremamente concentrati in principi attivi, perciò, in caso di l’ingestione vanno utilizzati con molta cautela e sotto la supervisione di personale esperto.

Controindicazioni aromaterapia

Essendo sostanze molto forti e potenti, possono causare effetti indesiderati anche gravi se impiegati in modo non corretto. Inoltre, possono causare reazioni allergiche, danni al sistema renale, convulsioni, irritazioni, rossore, prurito, fino addirittura allo shock. È inoltre consigliabile non applicare mai oli essenziali in prossimità degli occhi.

L’aromaterapia mira a bilanciare, armonizzare e promuovere la salute del corpo, della mente e dello spirito.

SUGGERIMENTI PER ACQUISTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *