NaturalMente Verde
Salute

Alternative naturali allo zucchero

Alternative naturali allo zucchero

Sei alternative naturali allo zucchero per dolcificare in modo sano.

Hai deciso di provare un’alternativa naturale allo zucchero e rinunciare definitivamente al suo consumo? Hai fatto una scelta giusta. Gli zuccheri raffinati non sono sani. Gli effetti collaterali degli zuccheri raffinati includono diabete, carie, obesità, malattie cardiache, alcuni tipi di cancro e anche scarso funzionamento cognitivo.

Cos’è lo zucchero?

In poche parole, lo zucchero è un carboidrato che il corpo umano utilizza o conserva come carburante. Durante la digestione gli zuccheri semplici si suddividono in due componenti: glucosio e fruttosio.

Glucosio

È la fonte primaria di energia del corpo. Il corpo umano lavora per mantenere un livello costante di esso nel flusso sanguigno in ogni momento. I globuli rossi e il cervello si affidano esclusivamente al glucosio per la produzione di energia. Il glucosio da consumo di zucchero è “carburante rapido” – viene assorbito rapidamente nel flusso sanguigno. La risposta dell’insulina del corpo promuove il suo uso immediato per il carburante o lo conserva per un uso successivo.

Fruttosio

Il fruttosio è, in ultima analisi, usato e immagazzinato allo stesso modo del glucosio, ma viene metabolizzato più lentamente. Rimane intrappolato nel fegato, dove viene convertito in forme utilizzabili (tra cui il glucosio). Provoca una risposta all’insulina molto più bassa rispetto al glucosio. Tuttavia, il fruttosio influisce sulla concentrazione di glucosio nel sangue dopo la conversione nel fegato.

I dolcificanti artificiali, sicuri o no?

I dolcificanti artificiali come l’aspartame, il sucralosio e la saccarina sono oggetto di dibattito da anni in quanto presentano effetti collaterali dannosi. Sebbene tutti questi edulcoranti siano tecnicamente “sicuri”, negli ultimi anni sono oggetto di maggiore attenzione a causa dei loro effetti collaterali. Gli effetti collaterali degli edulcoranti artificiali vanno da mal di testa ed emicranie alle ghiandole del timo ridotte, disturbi epatici e renali e disturbi dell’umore.

Alternative naturali allo zucchero

Cerchiamo di capire insieme quale alternativa allo zucchero e più salutare e indicata per voi. Continua a leggere qui sotto l’elenco delle alternative naturali allo zucchero.

Miele

Il miele è un vero superfood ed è un ottimo dolcificante naturale. È ricco di enzimi, antiossidanti, ferro, zinco, potassio, calcio, fosforo, vitamina B6, riboflavina e niacina. Insieme, questi nutrienti essenziali aiutano a neutralizzare i radicali liberi, favorendo la crescita di batteri sani nel tratto digestivo. È stato scientificamente provato che gli enzimi contenuti nel miele hanno delle proprietà curative ma anche proprietà antimicotiche e antibatteriche. Ciò nonostante, il miele ha quasi lo stesso contenuto calorico dello zucchero, quindi dev’essere consumato con moderazione. Un cucchiaio di miele crudo contiene 64 calorie e ha un impatto minore sul carico glicemico rispetto ad una singola banana. È importante preferire il miele crudo a quello pastorizzato in quanto, quest’ultimo, perde tante delle sue proprietà benefiche. Più scuro è il miele, più ricco è il sapore e maggiori sono i benefici per la salute. Inoltre, è importante non scaldare il miele per mantenere il maggior numero possibile di sostanze nutritive.

Stevia

La stevia è originaria del Sud America ed è stata utilizzata per centinaia di anni in questa regione per sostenere livelli sani di zucchero nel sangue e rapida perdita di peso. È quindi utile nelle diete dimagranti e per i diabetici. Oggi, lo stevioside, l’elemento nelle foglie che lo rende più dolce di 200 volte rispetto allo zucchero, è disponibile in diverse forme: liquida, compresse, in polvere. Ha zero calorie, zero carboidrati e nessuno dei brutti effetti collaterali dei dolcificanti artificiali, che lo rende un dolcificante naturale ideale.
Purtroppo, la stevia liquida avverte un retrogusto amaro e metallico nel caffè.
La stevia combatte l’invecchiamento cellulare in quanto molto ricca di flavonoidi, antiossidanti che agiscono contro i radicali liberi e sembrerebbe in grado di ridurre i livelli di zucchero nel sangue.

Sciroppo d’acero

Lo sciroppo d’acero è un sano sostituto dello zucchero. Come il sciroppo d’agave, ha un indice glicemico più basso rispetto allo zucchero bianco o allo zucchero di canna. Viene usato per dolcificare la maggior parte dei prodotti senza zucchero. Un cucchiaio di sciroppo d’acero contiene il 33% del valore giornaliero raccomandato di manganese. Ha anche calcio, potassio, ferro e magnesio, anche se in quantità inferiori. Lo sciroppo d’acero è un’alternativa migliore rispetto allo sciroppo di agave perché subisce una lavorazione industriale minore e ha un contenuto di fruttosio più basso. Oltretutto, è ricco di nutrienti, come manganese, riboflavina e zinco.

Sciroppo di agave

Lo sciroppo di agave proviene dal Sud America e gli Aztechi lo chiamavano il “dono degli dei”. Si ottiene dalla pianta di agave, che è anche la stessa pianta da cui viene prodotta la tequila. Ha un sapore molto simile al miele.
Rispetto allo zucchero, lo sciroppo di agave ha meno glucosio e un indice glicemico più basso. Ciò significa che il nostro corpo può assorbire la sostanza più lentamente nel flusso sanguigno. Non causerà nemmeno un rapido aumento dei livelli di insulina. Lo sciroppo di agave ha un basso indice glicemico perché è quasi interamente composto da fruttosio. Lo sciroppo di agave ha addirittura il contenuto di fruttosio più alto di qualsiasi altro dolcificante in commercio. Quindi meglio evitare i prodotti troppo lavorati.

Zucchero di datteri

I datteri sono ricchi di potassio, rame, ferro, manganese, magnesio e vitamina B6. Sono facilmente digeribili e aiutano a metabolizzare proteine, grassi e carboidrati. Varie ricerche dimostrano che i datteri possono aiutare a ridurre il colesterolo LDL nel sangue e può ridurre il rischio di ictus. Lo zucchero di dattero viene ottenuto mediante la disidratazione dei datteri che successivamente vengono grattugiati e ridotti in polvere, quindi questo dolcificante mantiene intatti gran parte dei minerali e delle fibre.
Il suo consumo non è indicato nelle bevande in quanto non si scioglie bene e tende a formare un grumo.

Zucchero di cocco

Sempre più persone usano lo zucchero di cocco come dolcificante naturale visto il basso carico glicemico e il ricco contenuto di minerali: ferro, zinco, calcio, potassio, antiossidanti, fosforo e altri fitonutrienti. Lo zucchero di cocco viene estratto dalla linfa della noce di cocco e poi riscaldato. Successivamente, attraverso l’evaporazione, otteniamo zucchero di cocco. Un cucchiaino di zucchero di cocco contiene circa quattro grammi di zucchero e 15 calorie, proprio come lo zucchero bianco; ha un sapore e una consistenza che ricordano lo zucchero di canna.

Melassa

Questo sciroppo denso e scuro è il sottoprodotto della lavorazione della canna da zucchero. In altre parole, è il liquido rimasto dopo che lo zucchero si è cristallizzato. La melassa è un dolcificante naturale che conserva alcuni dei nutrienti presenti naturalmente nella canna da zucchero, tra cui potassio, magnesio, vitamina B6, rame, selenio e manganese. Un cucchiaino fornisce circa 15 calorie e 4 grammi di zucchero. Contiene anche un notevole 6% del valore giornaliero di ferro e calcio. Inoltre, è stato dimostrato che ha livelli più elevati di antiossidanti rispetto a qualsiasi altro dolcificante. Tuttavia, il sapore ricco e intenso e l’aroma forte della melassa possono restringere il suo uso.

Optare per un’alternativa naturale allo zucchero è una sana decisione in quanto lo zucchero non solo fa ingrassare ma fa male alla salute.

Leggi anche:
Frutta per diabetici i migliori 6 frutti
Antibiotici naturali che fanno bene alla nostra salute
Ormoni come bilanciarli con rimedi naturali

Articoli Simili :

Cibi che ci proteggono la pelle dal sole

admin

Alimenti che combattono il cancro

admin

Nausea – consigli per combatterla naturalmente

admin

Lascia un Comento

* Utilizzando questo modulo acconsentite alla memorizzazione e al trattamento dei vostri dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere dati statistici e mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione sul sito, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto Leggi di Più